ContourGlobal potrebbe iniziare la costruzione di una centrale a carbone in Kosovo nel corso dei prossimi 18 mesi, il primo grande investimento del paese nel settore energetico dopo decenni, mirando a ridurre la carenza di energia elettrica e creare dei posti di lavoro, secondo un funzionario della società elettrica americana.

Il costo del progetto è stimato a 1,4 miliardi di euro (1,60 miliardi di dollari), con un terzo che sarà finanziato dalla ContourGlobal e il resto attraverso prestiti. La società con sede a New York è stato l’unico offerente per l’impianto di 660 megawatt (MW) per sostituire la centrale di Kosovo A da 40 anni nei paesi balcanici, vista come uno dei peggiori inquinatori in Europa. Garry Levesley, vice presidente esecutivo della ContourGlobal ha detto che se le cose andranno bene, l’installazione potrebbe iniziare tra 18 mesi. Egli ha aggiunto che le due unità della centrale con una capacità di 330 MW ciascuna, potrebbero lanciare le sue operazioni tra il 2020 e il 2021. La durata di vita sarà di 40 anni. Levesley ha detto che circa 10 000 posti di lavoro verrebbero creati durante la costruzione della centrale e darà lavoro a 500 persone, quando sarà operativa. Secondo lui, il progetto ha ricevuto un finanziamento da parte della Banca Mondiale e dall’Unione Europea. Nel 2012, il Kosovo ha venduto la sua società di distribuzione di energia elettrica ad un conglomerato turco. ContourGlobal opera una capacità di generazione elettrica di circa 4000 MW in 20 paesi.

www.energymarketprice.com.